Monthly Archives: aprile 2015

Dichiarazioni precompilate, il prossimo passo è l’Iva

Il 2015 ha rappresentato l’anno dell’avvio del servizio di invio delle dichiarazioni dei redditi precompilate. Tuttavia, il viceministro all’Economia, Luigi Casero, sembra avere ben chiari i prossimi step di tali semplificazioni fiscali, anticipando al Corriere della Sera (quotidiano al quale due anni fa aveva altresì anticipato la dichiarazione 730 telematica) il passo successivo: la dichiarazione Iva precompilata.

Cartomanzia a basso costo

Una volta rivolgersi ai cartomanti aveva costi elevati, in parte lo è anche oggi, ma l’era moderna permette una maggiore trasparenza sui prezzi, basta collegarsi al web e trovare tramite i motori di ricerca numerosi siti internet specializzati , che offrono servizi di cartomanzia a basso costo a meno di 1 euro al minuto.

Si può pagare un tariffario prestabilito, tramite una cifra prestabilita per un determinato numero di minuti, sono inclusi diversi metodi di pagamento, tra cui le comode e pratiche carte prepagate, compreso anche il metodo con paypal, con il quale spesso ci sono convenzioni particolari, con ottimi pacchetti a minuti promozionali.

Nuova epoca per i Frecciarossa

Si sta per aprire una nuova era per i Frecciarossa, che con i suoi 1000 andranno a proporre 8 corse a partire dal prossimo mese di giugno, debuttando altresì sulla linea Milano Roma: il primo viaggio è stato inaugurato avendo a bordo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, e rappresenta la punta di diamante della nuova espansione dell’Alta velocità ferroviaria nel mercato passeggeri di lunga percorrenza.

Portare le infradito fa male, ecco perchè

infradito

Saranno anche alla moda, e potranno essere apparentemente molto comode e gradevoli da sfoggiare nell’imminente stagione estiva. Tuttavia, attenzione a quello che i nostri piedi indossano, soprattutto se si tratta delle “mitiche” infradito: utilizzarle potrebbe costare molto caro alla salute dei nostri piedi e del nostro organismo, come confermato da una recente analisi effettuata da un gruppo di podologi americani, che ha elaborato una vera e propria guida per poter evitare tutti i principali pregiudizi conseguibili attraverso un incongruo utilizzo di queste calzature.

In calo le chiusure di impresa

imprese

Nell’attesa di comprendere se anche questo possa essere tangibilmente un segnale di fine della crisi, i dati forniti da Movimprese affermano che le chiusure d’impresa nel primo trimestre 2015 hanno rallentato, pur accompagnate da iscrizioni che hanno toccato il minimo da diversi anni. Il risultato è un saldo negativo di 18.685 unità, ma meno consistente rispetto agli anni precedenti.

Tumori al seno, 2 caffè al giorno aiutano a prevenire le recidive

Secondo un recente studio condotto dall’Università di Lund, la caffeina contenuta in appena 2 tazzine di caffè quotidiane – combinata ad un farmaco –potrebbe svolgere un ruolo molto importante nel prevenire le recidive, cercando dunque di poter garantire un effetto anti-tumorale nelle donne.

Lettera di reclamo? Come contattare Tiscali

Non state ricevendo le bollette o le ricevete sbagliate negli importi? Vi è arrivata una fattura con addebiti che vi risultano eccessivi? In caso di disservizio, per prima cosa è consigliabile contattare il servizio clienti telefonico di Tiscali per segnalare la questione.

Protesi, arriva il primo robot dell’organo sessuale maschile

Sorrisi maliziosi a parte, l’innovazione inglobata all’interno della Scuola Sant’Anna di Pisa eleva ancora una volta la ricerca italiana in cima al Continente. Qualche giorno fa, infatti, un team di ricercatori ha presentato agli investitori i progetti che sono stati elaborati all’interno del corso High-tech business venturing: un ventaglio di valide proposte all’interno del quale spunta anche la prima protesi robotica dell’organo sessuale maschile.

Abuso di alcol, ancora elevato il numero degli italiani a rischio

In Italia sta continuando a calare il consumo di alcol: complice anche la crisi economico finanziaria in atto, e la necessità di ridurre i consumi “superflui”, nel nostro Paese stanno infatti aumentando gli astemi, diminuendo i consumatori e i c.d. “binge drinkers” (cioè, coloro che assumono più bevande in un breve intervallo temporale).

Divorziare fa male al cuore (in tutti i sensi)

Stando a quanto afferma una recente ricerca condotta da un team di studiosi della Duke University, e pubblicata sull’ultimo numero di Circulation, il divorzio farebbe male al cuore, in tutti i sensi. La ricerca dichiara infatti che al dolore della separazione potrebbe sopraggiungere anche il maggior pericolo di infarto, soprattutto nella popolazione femminile. Ma per quali motivi?