Folletto, non solo porta a porta

Vi ricordate i venditori Folletto porta a porta? Ebbene, forse in futuro non diverranno un miraggio, ma sicuramente nel presente saranno ben affiancati alla predisposizione di nuovi canali di vendita. È infatti recente l’annuncio che Vorwerk affiancherà al porta a porta, che rimarrà il canale di vendita più usato dal sistema Folletto per la pulizia della casa, anche una rete di monomarca dedicati all’assistenza, alle riparazioni, ai ricambi e agli accessori del marchio.

In particolare, affermava un recente approfondimento condotto dal quotidiano Italia Oggi, nel monomarca verrà distribuita una nuova linea di elettrodomestici pensata per un pubblico più giovane che si accosta per la prima volta al brand. Ma con quali obiettivi?

Il target è certamente quello di essere più vicini ai clienti e farsi conoscere da fasce di consumatori più difficili da raggiungere con la tradizionale attività svolta dagli agenti, come i più giovani. Per quanto concerne la strategia di breve termine, i negozi saranno 30 entro la fine dell’anno per arrivare a quota 45 nel 2017.

Per quanto invece concerne i risultati di fine anno, Vorwerk Folletto ha chiuso il 2014 con un fatturato di 504 milioni di euro (+1,1 per cento rispetto al 2013), vendendo oltre 890 mila apparecchi. Il mercato italiano rimane il più importante per l’intero gruppo Vorwerk, specializzato nella distribuzione diretta di prodotti per la casa con sede in Germania (Wuppertal) e 40 mila agenti in 75 paesi, che nel 2014 ha registrato vendite per 2,7 miliardi di euro.

Come ricorda Carla Fantoni, direttore marketing di Vorwerk Folletto, sulle pagine dello stesso quotidiano, “la nostra forza è dettata dalla capacità di usare la vendita diretta attraverso la rete formata dai nostri agenti, 4.100 su tutto il territorio, che vendono porta a porta. La nostra strategia è far percepire e valutare i prodotti tramite la dimostrazione a casa del cliente”.

“Ci rendiamo conto però che un brand come il nostro deve saper aggiornare la sua presenza sul mercato, avvicinandosi sempre più ai consumatori. Quindi abbiamo creato i Vorwerk Point. Storicamente l’assistenza tecnica veniva fornita con una rete di centri assistenza autorizzati non monomandatari. Ora invece abbiamo voluto fare un salto di qualità nel contatto sia con clienti sia con i possibili acquirenti che non riusciamo a incontrare con la nostra tradizionale attività” – ha poi proseguito Fantoni.

Oltre ai punti vendita, i punti vendita saranno dedicati anche ai robot da cucina Bimby, altra divisione Worwerk.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *